Premi UNAMSI 2015 ai Giornalisti Elena Bauer, Massimo Cherubini, Edoardo Rosati. E al Ricercatore Giuseppe Remuzzi

I riconoscimenti, nell’ambito della tradizionale Serata di Natale dell’UNAMSI, presso il Circolo della Stampa di Milano

MILANO – Ai Giornalisti Elena Bauer, Massimo Cherubini ed Edoardo Rosati, e al ricercatore Giuseppe Remuzzi è andato il Premio UNAMSI 2015, riconoscimento che l’Unione Nazionale Medico Scientifica di Informazione tributa, nel corso della sua tradizionale Serata di Natale, ai colleghi e ai ricercatori che si sono distinti nel corso dell’anno.

Colleghi e ricercatori premiati in un’unica circostanza, per sottolineare il legame che, nell’ambito della divulgazione medico-scientifica, esiste (e non potrebbe essere altrimenti) fra il mondo del giornalismo in materia di salute e il mondo della ricerca biomedica, dove gli attori della ricerca sono la prima fonte per quelli dell’informazione.
Non per nulla in questa ‘festa’ annuale dei giornalisti UNAMSI sono intervenuti anche personaggi legati al mondo della Medicina, quali Emanuela Folco e  Andrea Peracino, rispettivamente Presidente e Vicepresidente della Fondazione per il cuore, e Giuseppe Pomè, uno dei massimi esperti di cardiochirurgia neonatale e pediatrica chiamato recentemente a collaborare a uno dei cosiddetti ‘interventi impossibili’, presso l’ Ospedale Maggiore di Milano. Qui una bambina di appena sei giorni è stata salvata da morte sicura, asportando una massa tumorale che le premeva su cuore, esofago e polmoni.
Assente per impegni istituzionali, invece Giuseppe Remuzzi, coordinatore della ricerca all’Istituto Mario Negri di Bergamo, chiamato recentemente all’Istituto Superiore di Sanità, a cui il Premio UNAMSI 2015 per la Ricerca è andato “per il valore della sua attività di Ricerca nell’ambito della Nefrologia e dell’Immunologia e Clinica dei Trapianti”,.
Grande festa agli altri premiati:
Edoardo Rosati, caporedattore del settimanale ‘Oggi’, Premio UNAMSI 2015 per il Giornalismo medico-scientifico, “per la sua capacità di divulgare sulle pagine di un settimanale familiare, rendendole accattivanti, tematiche anche complesse relative alla salute e alla medicina, grazie all l’uso di un linguaggio semplice e immediato, che però non va mai a discapito di un rigoroso rispetto dell’obiettività e della correttezza scientifica”.
Massimo Cherubini, Premio  Unamsi 2015 per la Comunicazione area Salute, che, “consigliere dell’Ordine dei Giornalisti della Lombardia, fondatore e amministratore delegato di Value Relations, agenzia di comunicazione leader nell’ambito dell’healthcare, nel corso degli anni è diventato un punto di riferimento per le esigenze di comunicazione del mondo istituzionale, aziendale e accademico per i media”.
Elena Bauer, responsabile Ufficio Stampa e Comunicazione dell’IFOM, e Direttore di IFOM Review, Premio  UNAMSI 2015 per la Comunicazione Istituzionale area Salute “per l’impegno e la competenza nel trattare temi scientifici di difficile divulgazione quali quelli relativi all’Oncologia Molecolare, e nel proporli attraverso i suoi ‘comunicati stampa’, con impeccabile veste giornalistica e un linguaggio chiaro e accessibile a tutti, mai banalizzante, ai colleghi dell’area Salute”.

Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

Comments are closed.