Bere acqua in abbondanza aiuta a mettere più sorrisi sulle labbra

Un’abbondante idratazione contribuisce a migliorare l’umore, aiuta la concentrazione, la memoria e contribuisce a combattere la stanchezza. Lo affermano alcuni recenti studi americani. Gli adulti dovrebbero bere circa 2 litri di acqua al giorno, almeno 8 bicchieri i bambini di 7-8 anni. Importante bere prima di avvertire la sete soprattutto per gli anziani, meno sensibili agli stimoli della disidratazione

MILANO – Che il cioccolato o un buon bicchiere di vino possano mettere allegria è cosa ormai risaputa. Più sorprendente è invece l’affermazione che “bere acqua in abbondanza contribuisce a migliorare l’umore”. Lo evidenzia una ricerca americana, pubblicata sulla rivista internazionale “Appetite” (Elsevier). Ebbene, gli studiosi hanno osservato che chi beve maggiori quantità di acqua è meno sensibile alla tensione, alla confusione e alla depressione. Pare infatti che la riduzione cronica del consumo di acqua possa minacciare la funzione e l’integrità dei neuroni cerebrali, provocando anche alterazioni dell’umore.

Read more »

Terapia del dolore, il premio Gerbera d’oro alla Rete RED dell’ospedale Niguarda

Il prestigioso riconoscimento della Conferenza delle Regioni e della Fondazione Gigi Ghirotti quest’anno è andato all’iniziativa che riunisce 1.100 medici di base e li collega con tutte le strutture e gli specialisti della cura del dolore milanesi. “Chi soffre della ‘malattia dolore’ deve essere visitato, ma anche ascoltato, creduto, curato e seguito con la massima appropriatezza”, afferma Paolo Notaro, responsabile del Centro di Terapia del Dolore dell’Ospedale Niguarda

ROMA – La Gerbera d’Oro, attribuito dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e dalla Fondazione nazionale “Gigi Ghirotti” a progetti particolarmente innovativi ed efficaci per la lotta al dolore, è stata assegnata per il 2017 al progetto “Rete terapia del dolore RED” dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano, Regione Lombardia. Proprio con la creazione di questa rete è stato possibile, infatti, garantire la continuità assistenziale e i collegamenti multispecialistici con i medici e le strutture territoriali e ospedaliere.

Read more »

Lean: una sfida formidabile per il Sistema sanitario italiano

Il sistema manageriale e organizzativo made in Japan, introdotto con successo alla casa automobilistica Toyota, potrebbe essere adottato dalla Sanità italiana, per tagliare gli sprechi e orientare le energie verso ciò che rappresenta un valore per il paziente. Le prime applicazioni all’ ASL 10 di Firenze e all’Ospedale Galliera di Genova. Interessato l’Istituto Clinico Città Studi di Milano, che ha promosso il libro dell’entusiasta fautore di questo cambiamento, Francesco Nicosia

MILANO – Migliorare il servizio ai pazienti, ridurre gli sprechi, innovare la gestione ospedaliera. Tutto nel rispetto delle risorse disponibili. Come? Applicando alla Sanità il cosiddetto metodo Toyota, messo a punto dal colosso automobilistico giapponese. Lo racconta Francesco Nicosia nel libro “Sanità Lean” promosso dall’Istituto Clinico Città Studi (ICCS) di Milano ed edito da Guerin NEXT. Read more »