Statuto

ART. 1 COSTITUZIONE
E’ costituita in forma di associazione l’Unione Nazionale Medico Scientifica di Informazione (in acronimo UNAMSI). Essa riunisce i giornalisti professionisti e pubblicisti che si occupano di comunicazione e informazione su temi della sanità, della salute e della ricerca biomedica. L’UNAMSI è libera, autonoma, indipendente, apartitica e aconfessionale e non ha fini di lucro; essa può ricevere lasciti e/o elargizioni da reinvestire in attività e progetti che ne costituiscono gli obiettivi. 

ART. 2 SEDE
L’UNAMSI ha sede in viale Monte Santo, 7 – 20124 Milano

ART. 3 OGGETTO E SCOPI
Sono Scopi dell’UNAMSI l’aggiornamento professionale dei suoi Soci e la promozione attraverso i Media di una corretta e completa divulgazione medico-scientifica, libera da ogni condizionamento, a vantaggio solo della crescita culturale della popolazione negli ambiti della salute e della ricerca biomedica. 

ART. 4 SOCI
I requisiti necessari per l’ammissione come Socio UNAMSI sono:
· Iscrizione all’ Ordine dei Giornalisti
· Documentazione, con articoli pubblicati, comprovante un’attività continuativa nel settore della divulgazione medico scientifica.
Per essere ammessi quali Soci e’ necessario presentare domanda al Consiglio direttivo, che delibererà in proposito, in base alla valutazione fatta dal Collegio dei Probiviri. La qualifica di Socio è legata al mantenimento nel tempo dei requisiti necessari per l’ammissione. L’adesione all’UNAMSI è a tempo indeterminato e non può essere disposta per un periodo temporaneo, fermo restando in ogni momento il diritto di recesso. La qualifica di Socio si perde per decesso o per decadenza, pronunciata dal Consiglio Direttivo, in seguito ad inadempienza degli obblighi statutari, sentito il parere del Collegio dei Probiviri.
I Soci hanno tutti uguali diritti ed i medesimi obblighi. 

ART 5. BENEMERITI
Il Consiglio Direttivo, su proposta del presidente e/o di almeno quattro dei suoi membri, può nominare Benemeriti dell’UNAMSI personalità della Medicina, della Ricerca biomedica, del Giornalismo, della Comunicazione scientifica, che si siano rese particolarmente benemerite per aver dato un effettivo contributo alla realizzazione dei fini dell’UNAMSI. I Benemeriti non sono soci. 

ART 6. SOSTENITORI
Il Consiglio Direttivo, su proposta del Presidente e/o di almeno quattro dei suoi membri, può nominare Sostenitori dell’UNAMSI personalità che desiderano far parte dell’Associazione allo scopo di collaborare al raggiungimento delle sue finalità. I Sostenitori non sono soci 

ART. 7 ORGANI DELL’UNAMSI
Sono Organi dell’UNAMSI:
· l’Assemblea dei Soci
· Il Consiglio Direttivo
· Il Presidente
· Il Collegio dei Sindaci
· Il Collegio dei Probiviri
L’elezione degli Organi dell’UNAMSI non può essere in alcun modo vincolata o limitata ed è informata a criteri di massima libertà di partecipazione all’elettorato. Tutte le cariche sociali sono gratuite, salvo i casi stabiliti dal Consiglio Direttivo, e hanno la durata di due anni. 

ART. 8 ASSEMBLEA DEI SOCI
L’Assemblea è composta da tutti i soci dell’UNAMSI ed è l’organo sovrano dell’UNAMSI stessa.
L’Assemblea si riunisce almeno una volta all’anno entro il 30 giugno per l’approvazione del bilancio consuntivo e del bilancio preventivo. Essa inoltre:
· provvede alla nomina degli altri Organi dell’UNAMSI
· delinea gli indirizzi generali dell’attività dell’UNAMSI
· delibera sulle modifiche al presente Statuto
· approva i Regolamenti che disciplinano lo svolgimento dell’attività dell’UNAMSI
· delibera lo scioglimento e la liquidazione dell’UNAMSI e la devoluzione del suo patrimonio
· nomina il liquidatore
Nelle Assemblee sono ammessi al voto tutti i Soci in regola col pagamento delle quote sociali.
L’Assemblea è convocata dal Presidente ogni qual volta questi lo ritenga opportuno, oppure dal Consiglio Direttivo solo quando ne sia fatta richiesta da almeno un terzo dei soci, o da almeno quattro membri del Consiglio Direttivo, o dal Collegio dei Sindaci. La convocazione è fatta almeno 15 giorni prima dell’adunanza, mediante e-mail inviata a tutti gli indirizzi di posta elettronica risultanti dal Libro dei Soci e contiene l’indicazione del luogo, del giorno e dell’ora della riunione, sia di prima che di seconda convocazione. In prima convocazione l’ Assemblea è validamente costituita e atta a deliberare qualora sia presente almeno la metà dei soci; in seconda convocazione l’Assemblea è validamente costituita e atta a deliberare qualunque sia il numero dei soci presenti.
Ogni Socio UNAMSI ha diritto a un voto. Il voto può essere esercitabile mediante delega eventualmente inviata anche per e-mail, qualora il Socio abbia un impedimento motivato a intervenire di persona. La delega può essere conferita soltanto a un altro Socio UNAMSI e in ogni caso ciascun Socio non può farsi portatore di più di tre deleghe.
Le deliberazioni dell’Assemblea sono assunte con il voto favorevole della maggioranza dei presenti; in caso di parità fra voti favorevoli e contrari a una proposta, l’eventuale espressione di astensione si computa come voto negativo.
Per deliberare in ordine alle modifiche al presente Statuto e per deliberare lo scioglimento dell’Associazione occorre il voto favorevole dei 2/3 dei soci 

ART. 9 ELEZIONE DELLE CARICHE SOCIALI
L’Assemblea elegge i 7 (sette) membri costituenti il Consiglio Direttivo, i 3 (tre) membri del Collegio dei Sindaci e i 3 (tre) membri del Collegio dei Probiviri. Il Consiglio Direttivo esprime il Presidente e, su proposta del Presidente, assegna le cariche di Vicepresidente, Segretario generale e Tesoriere. Possono essere eletti alle cariche sopracitate soltanto i Soci UNAMSI da almeno due anni. Tutti i componenti del Consiglio Direttivo durano in carica due anni e sono rieleggibili. Nel caso in cui nel Consiglio Direttivo si faccia vacante un posto, questo viene occupato dal Socio con più voti fra quelli non eletti nella precedente votazione, che scadrà dalla carica unitamente al Consiglio 

ART. 10 POTERI DEL PRESIDENTE
Il Presidente, o per sua delega il Vicepresidente, convoca l’Assemblea, il Consiglio Direttivo, il Collegio dei Probiviri, il Collegio dei Sindaci e le Commissioni. Può delegare per iscritto, per il funzionamento di particolari attività, qualunque Socio ed altresì può conferire procure per singoli atti o categorie di atti. Nei casi di urgente e improrogabile necessità, può prendere decisioni tempestive e successivamente sottoporle a ratifica del Consiglio Direttivo.
In caso di carenza contemporanea del Presidente e del Vicepresidente e in mancanza di specifica designazione, il membro del Consiglio Direttivo più anziano per età assume, in via provvisoria, la funzione di Presidente. Le funzioni del Vicepresidente e del Consigliere Anziano possono durare al massimo tre mesi ed entro tale termine il Consiglio Direttivo integrato dal primo dei non eletti esprime il nuovo Presidente 

ART. 11 POTERI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO
Il Consiglio Direttivo si riunisce di norma ogni 60 giorni (con tolleranza di altri 30), per convocazione del Presidente, oppure quando vi sia la richiesta scritta di almeno quattro dei suoi componenti. Le sedute del Consiglio sono presiedute dal Presidente o in sua assenza dal Vicepresidente e sono valide se è presente la maggioranza dei Consiglieri. Le delibere del Consiglio sono valide se prese a maggioranza secondo il numero dei presenti. Ciascun membro ha diritto a un voto. In caso di parità di voti, sarà determinante quello di chi presiede. Il Consiglio direttivo, su proposta di almeno quattro dei suoi membri, può nominare il Presidente Onorario. Il Presidente Onorario è esentato dal pagamento della quota sociale annuale. Prende parte, a pieno titolo con poteri consultivi, alle riunioni del Consiglio Direttivo.
Il Consiglio Direttivo
· ha i poteri dell’ordinaria e straordinaria amministrazione dell’UNAMSI
· delibera i programmi dell’attività dell’UNAMSI
· nomina i componenti delle Commissioni
· delibera sull’ammissione dei nuovi Soci, sentito il parere del Collegio dei Probiviri
· nomina i Benemeriti e i Sostenitori, su proposta del Presidente
· delibera sulla destinazione di eventuali residui attivi di gestione, nonché di fondi o riserve
· delibera i Deferimenti al Collegio dei Probiviri
· redige annualmente il bilancio consuntivo e il bilancio preventivo
· può nominare un Presidente Onorario 

ART. 12 COMMISSIONI
Commissioni di lavoro possono essere nominate dal Consiglio Direttivo al fine di seguire da vicino le iniziative deliberate. Di esse possono far parte membri del Consiglio Direttivo stesso o Soci Ordinari e, se necessario anche non Soci, purché in numero non superiore a un terzo dei Soci. 

ART. 13 COLLEGIO DEI SINDACI
Il Collegio dei Sindaci è composto da tre membri, eletti dall’Assemblea e rieleggibili. Durano in carica due anni.
Il collegio dei Sindaci può riunirsi ogni qualvolta lo ritenga opportuno o su richiesta del Presidente. Controlla la regolarità della gestione e dà relazione all’Assemblea dei Soci sul bilancio annuale e sull’attività amministrativa dell’UNAMSI 

ART. 14 COLLEGIO DEI PROBIVIRI
Il Collegio dei Probiviri è composto da tre membri, eletti dall’Assemblea fra i Soci. I componenti durano in carica due anni e sono rieleggibili. Il Presidente del Collegio è espresso dai membri del Collegio stesso.
Le decisioni del Collegio dei Probiviri devono essere prese in base al codice deontologico della professione giornalistica, nonché ai principi derivanti dagli Articoli 1 e 3 del presente Statuto (Natura giuridica dell’UNAMSI e suoi Scopi).
Il Collegio dà il parere sull’accettazione di nuovi Soci UNAMSI, dopo averne valutato i requisiti prescritti nel presente Statuto.
Le decisioni del Collegio nei giudizi riguardanti il comportamento dei Soci deferiti possono essere:
1) non luogo a procedere
2) ammonizione
3) sospensione temporanea
4) radiazione
I Soci raggiunti dai provvedimenti possono ricorrere contro le decisioni dei Probiviri appellandosi all’Assemblea con richiesta scritta al Presidente dell’UNAMSI entro un mese dalla data in cui il Collegio ha comunicato le sue decisioni.
Il Collegio dei Probiviri si riunisce per esaminare i deferimenti decisi dal Consiglio Direttivo oppure per discutere dell’ammissione di nuovi Soci e per qualsiasi altra questione il Consiglio o l’Assemblea ne richieda il parere. 

ART. 15 BILANCIO
Gli esercizi dell’UNAMSI si chiudono il 31 dicembre di ogni anno. Per ogni esercizio è predisposto un bilancio consuntivo e un bilancio preventivo. Entro il 31 marzo di ogni anno il Consiglio Direttivo è convocato per la predisposizione del bilancio consuntivo dell’esercizio precedente e di quello preventivo dell’esercizio in corso, da sottoporre entro il 30 giugno successivo all’approvazione dell’Assemblea.
I bilanci, con la relazione del Collegio dei Sindaci, devono restare depositati presso la sede dell’UNAMSI nei quindici giorni che precedono l’Assemblea convocata per la loro approvazione, a disposizione dei soci che abbiano interesse alla loro lettura. I verbali delle assemblee e i bilanci approvati devono restare affissi nella sede UNAMSI nei 15 giorni seguenti alle assemblee stesse, a disposizione dei soci che abbiano interesse alla loro lettura. 

ART. 16 LIBRI DELL’UNAMSI
Oltre alla tenuta dei libri prescritti dalla legge, l’UNAMSI tiene i libri dei Soci, dell’Assemblea, del Consiglio Direttivo, del Collegio dei Sindaci e del Collegio dei Probiviri. I libri dell’UNAMSI sono visibili da parte dei soci che ne facciano motivata istanza. 

ART.17 QUOTA SOCIALE
I soci sono tenuti a versare una quota annua il cui importo viene fissato dal Consiglio Direttivo. Il mancato pagamento della quota per oltre due anni determina, dopo due sollecitazioni mensili, la decadenza da Socio UNAMSI. 

ART. 18 PATRIMONIO
Il patrimonio dell’UNAMSI è costituito dalle quote versate dai Soci, nonché da ogni altro possibile bene mobile e immobile, provento o elargizione che le pervenga in qualunque modo. I versamenti, a qualsiasi titolo effettuati, sono da considerarsi a fondo perduto, non sono rivalutabili, né ripetibili in nessun caso, e quindi neanche in caso di scioglimento dell’UNAMSI, ovvero in caso di morte, estinzione, recesso o esclusione del Socio dall’UNAMSI. Il versamento non crea altri diritti di partecipazione; in particolare, non crea quote indivise di partecipazione trasmissibili a terzi, né per successione a titolo particolare, né per successione a titolo universale, né per atto tra vivi, né per causa di morte. 

ART. 19 AVANZI DI GESTIONE
L’UNAMSI non può distribuire, neppure in modo indiretto, utili o avanzi di gestione comunque denominati, nonché fondi, riserve o capitale durante la propria vita, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge o siano effettuate in favore di altri Enti associativi che per legge o per Statuto facciano parte della medesima e unitaria struttura. L’UNAMSI ha l’obbligo di impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad essa direttamente connesse. 

ART. 20 SCIOGLIMENTO
In caso di scioglimento, per qualunque causa, l’UNAMSI ha l’obbligo di devolvere il suo patrimonio ad altri Enti associativi con analoghe finalità o a fini di pubblica utilità, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.