Prorogati al 30 aprile i termini per il “Premio Grande Ippocrate”

E’ stato prorogato alla fine del mese di aprile il termine per le segnalazioni dei ricercatori concorrenti alla VI edizione del Premio Grande Ippocrate, riconoscimento destinato ai ricercatori italiani che, oltre a eccellere nel lavoro scientifico, abbiano saputo comunicare efficacemente al grande pubblico temi e risultati dei propri studi.
Promosso da UNAMSI con il sostegno di Novartis, il regolamento del Premio Grande Ippocrate è anche sui Social Media. Per proporre candidature, rimanere aggiornati sulla loro evoluzione e per ogni ulteriore informazione sono infatti disponibili anche i profili Facebook, Linkedin e Twitter, oltre che la segnalazione al sito info@grandeippocrateunamsi-novartis.it.
In ogni caso, la giuria del premio, composta da giornalisti scientifici dell’UNAMSI e da esponenti del mondo accademico, valuterà quei ricercatori che, in base al curriculum e alle attività di divulgazione svolte, si siano distinti per la loro capacità di comunicare con il grande pubblico, attraverso i media.
Nato nel 2008, il Premio Grande Ippocrate consiste in un riconoscimento in denaro del valore di 10.000 euro. Nelle precedenti edizioni il Premio Grande Ippocrate è stato assegnato a ricercatori di fama e prestigio internazionale. L’albo d’oro dei premiati vede scienziati di prim’ordine quali Elena Cattaneo, Ilaria Capua, Roberto Cingolani, Paolo Gasparini, Antonio Giordano.

Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

Comments are closed.