UNAMSI firma la petizione di “ALL TRIALS” che chiede “trasparenza dei risultati della ricerca clinica”

Il nostro logo a fianco di quelli di altre 523 organizzazioni. La petizione all’attenzione dell’OMS

Milano – UNAMSI ha firmato la petizione internazionale “ALL TRIALS’, che sarà portata all’attenzione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e si propone di garantire che “tutti i trial vengano registrati e tutti i loro risultati pubblicati o comunque resi pubblicamente disponibili”.
Da sabato il logo UNAMSI compare fra quelli delle 523 organizzazioni di tutto il mondo che, insieme alle firme di 81 mila singoli cittadini, chiedono “trasparenza dei risultati della ricerca clinica”.
La firma della petizione è stata decisa dal Consiglio direttivo, nella convinzione che la registrazione e pubblicazione dei risultati della ricerca biomedica siano un diritto fondamentale dei cittadini oltre che un requisito essenziale per migliorare l’assistenza sanitaria.
”Esiste ormai un’ampia documentazione scientifica – afferma la Cochrane Collaboration, che figura fra i promotori dell’iniziativa, con Bad Science, BMJ, Centre for Evidence based Medicine e altre organizzazioni – riguardo alla presenza di distorsioni dei risultati della letteratura biomedica dovute all’inadeguatezza del reporting della ricerca”.
E’ un fenomeno dovuto a negligenze nella conduzione della ricerca (quali errori metodologici, omissione di outcome, pubblicazioni parziali) ma arriva spesso anche alla non-pubblicazione di interi studi clinici. “Le conseguenze principali – per Cochrane – sono la sovrastima dell’efficacia e la sottostima degli effetti indesiderati degli interventi oltre che la conservazione o l’introduzione nella pratica clinica di interventi di dubbia o nulla efficacia, con la conseguente esposizione dei pazienti a rischi evitabili e lo spreco di risorse altrimenti utili all’assistenza sanitaria”.

Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

Comments are closed.