Omeopatia: ‘Acqua fresca?’ – Silvio Garattini risponde di sì e lo spiega in un libro

Un volume scritto a più mani con i ricercatori del ‘Mario Negri’, per dimostrare con dati e argomentazioni che i prodotti omeopatici contengono diluizioni del principio attivo molto vicine allo zero e che di conseguenza le terapie omeopatiche non hanno alcuna base scientifica. Un mercato tra i 250 e i 400 milioni. Le contraddizioni della legislazione italiana
 
MILANO – “Acqua fresca?”. Silvio Garattini non ha dubbi nel rispondere così a chi gli chiede cosa pensi dell’omeopatia. E con i contributi di autorevoli ricercatori dell’Istituto Mario Negri di Milano, di cui è Direttore Scientifico, ha anche curato il libro intitolato appunto ‘Acqua fresca? Tutto quello che bisogna sapere sull’omeopatia”, Sironi Editore, in libreria dall’inizio di Ottobre 2015.
Read more »

Tumore prostata: 36mila nuovi casi l’anno, il 20% di tutti i tumori maschili ma la sopravvivenza è del 91% a 5 anni

Primi risultati dello studio Pros-IT : 100 centri coinvolti e 1.684 soggetti arruolati. Il progetto di monitoraggio in Italia promosso dal CNR e dalla sezione Invecchiamento dell’Istituto di Neuroscienze di Padova

ROMA – Il tumore della prostata è la seconda neoplasia più frequentemente diagnosticata nella popolazione maschile mondiale, e in Italia rappresenta circa il 20% di tutti i tumori negli uomini con età pari o superiore a 50 anni (senza considerare i carcinomi della cute). L’incidenza nel nostro Paese è stimata attorno a circa 36mila nuovi casi all’anno, con valori molto variabili tra le varie regioni: più bassi nell’Italia Centrale e Meridionale rispetto alle regioni Settentrionali, forse per una diversa diffusione nell’utilizzo del test PSA.
Read more »

Quando il dolore nasce dal cervello

Lo stress e il disagio sociale possono causare una sorta di corto circuito cerebrale che produce sofferenza. Mal di testa, di stomaco, di pancia, cervicale, spasmi e contrazioni i problemi più comuni

TORINO – Non esistono malati immaginari quando si prova realmente dolore. Esistono, sì, i cialtroni, i bugiardi. Ma il discorso è completamente diverso: una persona che simula (ma in realtà sta bene), finge di essere ammalato per non andare a lavorare, a scuola o per non affrontare un impegno che vuole evitare. Ben altra cosa è, invece, chi prova realmente malessere e dolore pur non avendo un danno strettamente fisico. Read more »