Non è vero, ma ci credo: il difficile rapporto fra evidenza scientifica e libertà di cura

L’ultima moda fra le celebrities americane, Nicole Kidman e le sorelle Kardashian: mangiare la placenta dopo aver partorito

MILANO – “Uno studio scientifico ha dimostrato che i vaccini provocano l’autismo”. Peccato che l’autore dello studio è stato espulso dall’ordine dei medici e le successive ricerche hanno dimostrato in modo schiacciante che non ci sono rapporti fra vaccini e autismo… “Sarà anche vero: comunque è mio personale diritto decidere su ciò che riguarda mio figlio e non voglio rischiare conseguenze”. Questo in poche battute potrebbe essere il paradigma su cui si basa un atteggiamento pericolosamente contagioso che mostra quanto la forza delle proprie convinzioni non verificabili riesca ad influenzare la polarizzazione della società su posizioni estreme.
Read more »

Mieloma multiplo: una nuova strategia per indurre la morte programmata delle cellule tumorali

Lo studio di un gruppo di ricercatori dell’ Ospedale San Raffaele e dell’Università di Harvard. Invece di curare le cellule malate, danneggiarle ancora di più fino a indurne la morte per apoptosi. Il ruolo di una molecola derivata da una pianta di ‘pepe nero’

MILANO – Provocare la morte delle cellule tumorali del mieloma multiplo sfruttando la loro stessa incapacità di crescere in modo normale: impedendo, da una parte il meccanismo di riparazione cellulare, dall’altra provocando un ulteriore danno alla cellula tumorale fino a indurne la morte programmata (apoptosi). È questo il risultato dello studio di un team di ricercatori dell’Ospedale San Raffaele di Milano, in collaborazione con l’Università di Harvard, e condotto grazie ai fondi stanziati dall’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.
Read more »

Tumore dell’ovaio: un test migliora terapia

Un documento stilato da AIOM definisce le raccomandazioni per una corretta condotta del test

ROMA – Grazie a un test genetico è possibile migliorare la terapia e la prevenzione del cancro dell’ovaio, una neoplasia che rappresenta il 3% di tutti i tumori femminili e che lo scorso anno ha colpito ben 4.900 italiane.
Read more »