L’alimentazione contro le malattie di cuore. Una metanalisi di 50 studi scagiona burro e formaggi

Fanno invece decisamente male margarine e fritti scadenti. Andrea Poli (NFI): puntare sui polifenoli

MILANO – “Contrordine compagni…”: contrariamente a quanto sostenuto dalla ricerca biomedica negli ultimi trent’anni, latte, burro, formaggi, lardo, pancetta e altri grassi animali non sarebbero da ‘demonizzare’ più di tanto in riferimento alle malattie cardiovascolari. Lo ha detto Andrea Poli, presidente di Nutrition Foundation of Italy (NFI) commentando i risultati di una ricerca canadese pubblicata recentemente sul British Medical Journal.
Read more »

Alle colleghe ‘UNAMSI’ Maria Giovanna Faiella e Cinzia Testa due dei 5 Premi ‘Alzheimer: informare per conoscere – Cura, Ricerca, Assistenza’

Gli altri giornalisti premiati sono Antonella Palermo, Alessio Pappagallo e Roberta Raviolo – La cerimonia a Milano, a Palazzo Marino, nell’ambito del convegno ‘Ricordati di me – Gli ultimi dati della Ricerca scientifica’

MILANO – Le colleghe dell’UNAMSI Maria Giovanna Faiella e Cinzia Testa, si sono aggiudicate due dei cinque riconoscimenti relativi alla IV edizione del Premio "Alzheimer: informare per conoscere – Cura, Ricerca, Assistenza". Gli altri tre premi sono andati ad Antonella Palermo, Alessio Pappagallo e Roberta Raviolo.
Read more »

PANDAS, i sintomi sono quelli della schizofrenia ma se riconosciuta guarisce con un antibiotico

La storia di una mamma scienziata e del suo figliolo dodicenne a cui i medici avevano diagnosticato la schizofrenia – Un convegno internazionale a Como

COMO – Una diagnosi senza appello: schizofrenia. Per Federico, 12 anni, terza media, e soprattutto per i suoi genitori, quella ‘sentenza’ era un macigno, di quelle che scompaginano una famiglia. Ma sua mamma non si è arresa. In quella diagnosi c’era qualcosa che non la convinceva. Ha rispolverato la sua formazione da scienziata di razza e si è messa a leggere tutti i più recenti articoli scientifici sui sintomi che il bambino mostrava. E lo ha salvato, scoprendo che Federico (nome di fantasia) aveva una rara sindrome dal nome buffo ‘PANDAS’.
Read more »