La scoperta della sostanza che smaschera chi fa pipì in piscina era un pesce d’aprile Le bufale sulla salute causano gravi danni

Abbiamo voluto farvi fare due risate. Ma con la salute non si scherza. Guai non controllare le fonti: la falsa notizia sui vaccini e l’autismo ha provocato diverse morti. Dal 6 al 10 aprile il festival del Giornalismo di Perugia tratterà anche questo

MILANO – Molti di voi lo avevano già capito. La notizia sulla “scoperta della sostanza che smaschera chi fa la pipì in piscina, tingendo l’acqua di rosso”, è un pesce d’aprile. Una leggenda metropolitana che, quando ero bambino, le mamme raccontavano per garantire il buon comportamento dei loro figli nelle ore di nuoto. Gli indizi c’erano tutti, dalla data, al nome del ricercatore (First A. Fisherman), all’inesistente Università di PP Island. Read more »

Scoperta la sostanza che smaschera chi fa la pipì in piscina

Un derivato sintetico dell’emocianina, la proteina che fa cambiare il colore alle aragoste. La nuova molecola tinge l’acqua in presenza di urea e di lievi sbalzi di temperatura. E’ il risultato di un originale studio sui crostacei condotto dai ricercatori dell’Università di PP Island

MILANO, 1 aprile 2016 – Vita dura per i furbetti della piscina. Quella che è sempre stata una leggenda metropolitana, oggi diventa realtà grazie alla moderna ricerca scientifica. Un gruppo di ricercatori dell’Università di PP Island (Thailandia), sintetizzando l’emocianina delle aragoste, ha messo a punto il primo tracciante colorato dell’urea: un prodotto innocuo per l’uomo, ma che, se disciolto in piscina, permetterà di individuare chi urina in acqua facendo immediatamente apparire una scia rossa molto evidente e piuttosto persistente nell’area della minzione.
Read more »

Pacemaker e defibrillatori, device salvavita che oggi fanno anche diagnosi e terapia

Gli strumenti dell’ultima generazione permettono di “capire il linguaggio del cuore del paziente”. Costantemente collegati in remoto con la centrale operativa e il cardiologo, consentono di intervenire in tempo reale con le cure più adatte per scongiurare eventi più gravi

MILANO – Diagnosi immediata e indicazioni per una terapia da somministrare in tempo reale sono le prestazioni d’eccellenza che caratterizzano i device salvavita impiantabili di ultima generazione. Prestazioni impensabili fino a qualche anno fa. Al di là dell’estrema miniaturizzazione, infatti, il progresso biomedico ha fatto sì che i pacemaker e i defibrillatori moderni consentano di individuare e curare in tempo reale molte patologie del paziente cardiopatico, aiutando quindi anche il cardiologo.
Read more »